CasAmica Onlus - #ancorapiùcasa edizione 2020

Con il progetto #ancorapiùcasa di CasAmica onlus, nel 2020, abbiamo assicurato accoglienza ai piccoli ospiti giunti da lontano per fare fronte alle cure. Abbiamo regalato 6.000 pernottamenti nella Casa Bambini di Milano, da cui sono transitati circa 200 bambini con i loro familiari. I giovani ospiti sono stati in cura principalmente presso l’Istituto nazionale dei tumori di Milano e presso l’istituto neurologico Carlo Besta di Milano, principalmente per malattie oncologiche o altre malattie rare che richiedono una permanenza lontano da casa di pochi giorni o alcune settimane, a seconda dello specifico caso.

Con lo scoppio della pandemia le attività sono state riorganizzate da CasAmica, laddove possibile, per dare continuità alla relazione intrapresa nelle settimane precedenti e, soprattutto, per assicurare un accompagnamento ai piccoli ospiti laddove interventi salvavita e cure non erano rimandabili.

Se il numero di ospiti unici è risultato inferiore, il numero di pernottamenti è rimasto di poco invariato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: una volta dimessi dagli ospedali, infatti, molti pazienti non sono potuti rientrare nella propria regione o hanno preferito prolungare la permanenza in CasAmica in attesa di un successivo controllo o intervento. Grazie al supporto fornito, sono state promosse anche delle attività presso la Casa Bambini di Milano ovvero:

  • sostegno nello svolgimento dei compiti assegnati dagli insegnanti delle scuole;
  • attività di prima alfabetizzazione;
  • attività ludico educative ovvero preparazione di ricette, costruzioni, puzzle, uso del PC per la visione di filmati educativi, stimolazione della micro-motricità con attività di ritaglio, colore, uso dei pennelli, sticker book, insegnamento della lingua italiana;
  • attività di pet-therapy, prima del lockdown, grazie alla collaborazione con l’Associazione Spazio per noi indirizzata sia ai bambini sia ai genitori;
  • servizio di supporto emotivo per i piccoli pazienti, al fine di aiutarli nei momenti di fragilità legati alla malattia.

Durante la chiusura delle scuole, ovvero da fine febbraio a fine giugno, le famiglie dei piccoli pazienti della Casa Bambini di Milano – anche in considerazione della situazione di salute dei bambini – non hanno espresso la necessità di seguire un accompagnamento formativo. L’impegno del personale e dei volontari è stato quello di continuare a garantire una presenza costante a distanza per momenti di svago o supporto emotivo. I volontari, in particolare, hanno organizzato attività ricreative per gli ospiti, come pranzi o merende, Clownterapia con il “Mago Barnaba”, un volontario dell’associazione, e sessioni individuali di Musicoterapia.

Ci impegniamo nella solidarietà perché vogliamo essere sempre accanto alle persone. Anche dopo la pausa.